Bonus digitalizzazione agenzie di viaggio e tour operator: credito d’imposta al 50%

Tra le nuove agevolazioni previste dal Decreto Recovery, spicca il bonus fiscale a favore delle agenzie di viaggio e dei tour operator. Il bonus digitalizzazione agenzie di viaggio consiste in un credito d’imposta che viene riconosciuto a fronte delle spese effettuate per lo sviluppo della digitalizzazione aziendale.

Bonus digitalizzazione agenzie di viaggio: come funziona

Il Bonus digitalizzazione agenzie di viaggio consiste in un credito d’imposta concesso nella misura del 50% delle spese effettuate per lo sviluppo digitale sostenute dalle agenzie di viaggio e dai tour operator, fino alla concorrenza di un importo massimo complessivo di 25.000 euro. Il bonus è riconosciuto a fronte di spese per la digitalizzazione aziendale sostenute dal 7 novembre 2021 al 31 dicembre 2024.

Il bonus può essere sfruttato sia in compensazione, tramite modello F24, sia cedendolo (in tutto o in parte) con facoltà di successivo passaggio a ulteriori soggetti, come banche e altri intermediari finanziari.

Bonus digitalizzazione agenzie di viaggio: a chi è rivolto

Il bonus digitalizzazione è rivolto a agenzie di viaggio e dei tour operator che abbiano come indicazione nel registro delle imprese il codice di classificazione ATECO 79.1, 79.11, 79.12.

Spese ammissibili

Riguardo alle spese ammesse il PNRR fa esplicito riferimento all’art.9 del DL n.83/2014 che prevede l’ammissibilità del credito d’imposta per investimenti riguardanti:

  • impianti wi-fi;
  • siti web ottimizzati per il sistema mobile;
  • programmi e sistemi informatici per la vendita diretta di servizi e pernottamenti;
  • spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici sui siti e piattaforme informatiche specializzate, anche gestite da tour operator e agenzie di viaggio;
  • servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale;
  • strumenti per la promozione digitale di proposte e offerte innovative in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità;
  • servizi relativi alla formazione del titolare o del personale dipendente.

Come presentare la domanda

Per le modalità attuative e i termini di presentazione delle domande si attende l’emanazione di un apposito decreto interministeriale.

Contattaci subito per avviare la domanda

  • Condividi questo post

Lascia un commento

Inizia una conversazione

Connettiti con un nostro operatore